domenica 1 febbraio 2015

Insalata di Arance ,Vegan Recipe/Ricetta Vegana (Contorni)

Ciao a Tutti Amici di Due Cuori e una Cappa, oggi un'insalata tipica siciliana ovvero l'insalata di Arance, nelle due varianti quella Catanese e la Palermitana.
La sua preparazione è molto semplice, è ricca di colori e sapori un po' come la Sicilia stessa.

Ingredienti:

6 Arance di Sicilia
1 finocchio
4/5 olive nere
4 cucchiai di Olio extravergine d'oliva
3 cucchiai di Aceto di vino rosso
1 cipolla rossa di Tropea
1 cucchiaio di sale

Preparazione:

Sbucciate le sei arance con l'ausilio di un coltello, lasciando la polpa pulita senza la parte bianca (mesocarpo), successivamente affettate come affettereste un pomodoro.
Affettate finemente la cipolla rossa.
Del finocchio prendete la parte più interna e affettate finemente.
Tagliate a pezzettini le olive nere.
Mettete i vostri ingredienti così lavorati dentro un'insalatiera, unite pure il sale, l'aceto e l'olio.
Mescolate bene e assaggiate, correggete se serve aggiungendo quello che vi aggrada di più.

Questa è la famosa insalata d'arance siciliana, di semplice preparazione, un mega mix di colori e sapori che si scioglieranno in bocca e facendovi sentire per un attimo ospiti della nostra Sicilia.
Provate le due versioni e diteci quale preferite, noi ci rivediamo presto sulle vostre tavole.
Ombretta e Gabriele

Ecco la Videoricetta


Torta la Cioccolato con la Macchina del Pane

Ciao a tutti amici di Due Cuori e una Cappa, oggi prepareremo una torta con la macchina del pane, si avete capito bene, questo favoloso elettrodomestico per la cucina, che oltre a fare il pane nelle sue mille varianti, e l'impasto per la preparazione della pizza, riesce a fare le torte, si fa tutto lei o quasi.
Versate tutti gli ingredienti dentro la vaschetta, programmate e lei dopo un ora (dipende dal modello) cuocerà la vostra torta; ottima soluzione per chi non sa cucinare, per chi non ha tempo o semplicemente per sfruttare al meglio la vostra macchina del pane, che da oggi non farà più solo il pane. Ecco la ricetta.

Ingredienti:

260 g di Zucchero
4 uova
150 g di burro
1 cucchiaino di sale
Vaniglia o vanillina
370 g di farina 00
45 g di cacao amaro in polvere
1 bustina di lievito

Preparazione:

Mettere il burro a fondere e lasciare raffreddare.
In una ciotola unite lo zucchero e le 4 uova e il sale, lavorate con frusta elettrica.
Prendete la vaschetta della vostra macchina del pane e versate il composto, poi il burro fuso ma raffreddato, l'essenza di vaniglia o vanillina, unite setacciandole la farina e il cacao amaro e in fine la bustina di lievito.
Qui i tempi di cottura si diversificano, ogni modello ha il suo, ma sicuramente esiste il programma per torte, impostate doratura leggera e lasciate lavorare la vostra macchina del pane.
La vostra fedele macchina del pane vi avvertirà con un BIP e voi dovrete solo sformare la torta, e farcirla se vorrete a vostro piacimento.

Ecco la vostra macchina del pane si è rivelata un valido aiuto anche per i dolci, usate gli elettrodomestici sfruttando al massimo tutte le funzioni, è un peccato lasciare fermo a prendere polvere un oggetto che è costato dei bei soldini e che occupa un bel po di spazio.
Noi ci rivediamo presto, sulle vostre tavole!!
Ombretta e Gabriele

Ecco la Videoricetta


domenica 25 gennaio 2015

Insalata di Banane Verdi

Ciao e benvenuti nella nostra cucina virtuale, oggi prepariamo un'insalata Insolita che darà un tocco di novità alle vostre tavole.
Questa ricetta ha origini nella zona delle isole vergini americane, un'insalata dal gusto nuovo e ricca di sapore dove l'ingrediente fondamentale oggi è la banana verde o platano un frutto che sembra una banana nell'aspetto.
Questa insalata incuriosisce per via di questo ingrediente, e quindi ecco la ricetta.

Ingredienti:

4/6 banane Platano
200 g Olio extravergine
90 g Aceto di vino bianco
1 o 2 Cipolla rossa o bionda
3/4 spicchi d'aglio
un pizzico di Cumino
un cucchiaio di sale
10 Olive bianche o nere denocciolate
10 grani di pepe nero
2 foglie di Alloro
10/15 Capperi


Preparazione;

Tagliate capo e coda del Platano e incidete per lungo la banana solo da un lato.
Riponete in una pentola con abbondante acqua, aggiungete il cucchiaio di sale, lasciate bollire per circa 15 minuti, infilzate la banana con un coltello, se entra con facilità la cottura è terminata.
Sbucciate le banane e lasciate raffreddare.
Successivamente tagliate le banane a fette non più spesse di 3/4 millimetri.
Prendete una padella e unite insieme Olio, Aceto, Olive, grani di Pepe, il pizzico di Cumino, le 2 foglie di Alloro e i capperi e gli spicchi d'aglio in fine salate a vostro gusto, cuocete il tutto a fiamma media.
Lasciate cuocere per 30/40 minuti, girando gli ingredienti ogni tanto.
Prendere una pirofila e distribuite in modo omogeneo la banana già affettata, versate sopra il composto che avete in padella.
Lasciate marinare la vostra insalata per 4 ore in frigorifero.
Uscite un'ora prima di servire

La vostra Insolita - insalata di Banane verdi stupirà piacevolmente voi e i vostri ospiti, con il suo gusto nuovo e particolare.

Ombretta e Gabriele

Ecco la Videoricetta



giovedì 18 dicembre 2014

Un suggerimento utile per servire il salame turco!

Il salame di cioccolato è uno dei dolcetti più buoni del mondo, affonda le radici nella golosità dell'animo umano e cresce con noi, rituffandoci nella nostra infanzia ogni volta che ne assaporiamo una fetta! Su Youtube c'è la nostra versione vegana, buonissima e senza troppi sensi di colpa!
Vi lasciamo qui il video!




Ma oggi volevamo suggerirvi un modo comodo per servirlo, in modo tale da non fare sporcare i vostri ospiti e sopratutto per non farlo appiccicare al tovagliolino di carta...cosa che capita spesso e che crediamo sia tra le cinque cose più insopportabili al mondo!
Basta tagliare un cerchietto di carta forno, per farne tanti dischetti contemporaneamente piegate la carta a fisarmonica e tagliatene contemporaneamente più strati.







 Quindi avvolgete il dischetto su di un lato di ogni fetta e disponete il salame con le prese in carta in evidenza!





La presentazione ne gioverà e anche la comodità sarà apprezzata dai vostri ospiti!






Siamo convinti che gradiate questi piccoli suggerimenti pratici...fateci sapere con un bel commento!
Ci vediamo presto...sulle vostre tavole!

Ombretta e Gabriele

martedì 16 dicembre 2014

Lievito:secco,fresco,madre...le diverse proporzioni da usare!

Oggi trattiamo un argomento tecnico in maniera casalinga! E si! Noi in cucina non siamo affatto tecnici, ma siamo molto fatti in casa e basiamo le nostre considerazioni più sull'esperienza che non sulla "scienza culinaria"!  Di solito ci dividiamo i compiti così: io (Ombretta) provo e riprovo e guardo il risultato in base a differenti caratteristiche quali il gusto, l'aspetto, la resa nel tempo...Gabriele invece guarda,  mangia e, dopo aver inghiottito, sentenzia...e di solito l'analisi più attendibile ,ahimè , è la sua! Probabilmente perchè in cucina,per quanto belle, dorate, simmetriche e lievitate possano essere le pietanze ...si...alla fine di tutto ciò è il palato a decidere! E quello di Gabriele è un asso! ;-)
Un dubbio che per mesi mi ha assillato è stato come passare dal lievito di birra fresco a quello secco o peggio ancora al lievito madre!
Io ,tra tutti,mi trovo benissimo con il lievito secco che penso, sempre basandomi solo sull'esperienza, che faccia lievitare molto ,ma molto di più di qualsiasi altro lievito...gran madre compreso! Cosa diversa è il sapore delle cose,  che con il lievito madre acquista notevolmente in note genuine e antiche...qui parlo solo della lievitazione!
Io sostituisco il lievito fresco  al secco con  una proporzione di un terzo! Quindi su 15 gr. di lievito fresco ne metto 5 di secco! ( 1:3)
Questo tra tutti i lieviti secchi che ho provato,ad oggi è il mio preferito:

Mentre il lievito madre è ancora un pò sotto studio come cosa,fino ad oggi posso dirvi che è sostituisco 250 gr. di lievito madre ad ogni 15 gr. di naturale o 5 di secco. Fino ad oggi mi è andata sempre bene,ma è una cosa del tutto casuale, non c'è stato alcuno studio dietro,ho provato,mi è riuscito e sono rimasta fedele alla fortuna! Ovviamente se uso il lievito madre, sottraggo 125 gr. di farina e 125 gr. di acqua dalla ricetta originale(questo vale se è un lievito fatto con pari quantità di acqua e farina,un lievito idratato al 100%, sottrarrò metà dell'acqua se è idratato al 50%  cioè fatto di 2 parti di farina e una di acqua).
Ricapitolando facciamo uno schemino:
LIEVITO FRESCO: 15 gr.
LIEVITO SECCO: 5gr.
LIEVITO MADRE: 250gr. (e dalla ricetta si toglie la componente di acqua e di farina contenuta nel lievito).

Ora andate e provare...lievitate e lievitate...e poi tornate qui e diteci se il palato di Gabriele è buono o no!
Noi ci vediamo presto...sulle vostre tavole!
Ombretta e Gabriele.


domenica 30 novembre 2014

La Crostata di mele e marmellata di albicocche

Ciao Amici di 2 Cuori e una Cappa, oggi prepareremo una vera delizia per il palato, la crostata di mele e marmellata di albicocche....come la faceva la mia nonna, quanti ricordi ad ogni morso ritornano alla mente, quanti sapori rendono questa crostata divina e ottima per riempire un bel pomeriggio in famiglia, accompagnata da un buon tè...bene siete curiosi ??
andiamola a preparare.....

Ingredienti:

Pasta frolla utilizzata nel video:
250 g farina 00
200 g burro
100 g  zucchero
1 tuorlo
un pizzico di sale
un pizzico di cannella

Ingredienti per la torta:
4 mele tagliate a dadini
18 mandorle
100 g di biscotti secchi
50 g di uvetta sultanina
100 g di zucchero di canna
50 g di pinoli
1 cucchiaio di cannella
1 barattoli di marmellata di albicocche o del gusto che preferite
1 mela tagliata a fette
un quadratino di burro

Preparazione

Una volta preparata la pasta frolla, uscitela da frigo e preparate la teglia con della carta forno e foderatela stendendo la pasta frolla al suo interno, non usate tutta la pasta frolla ma conservatene un po per costruire i bordi, ponete la teglia foderata con la pasta frolla, in frigo.
Triturate con un mixer i 100 g di biscotti secchi e le mandorle.
Preparate la farcitura della crostata.
In un recipiente versate tutte le mele a dadini i pinoli,l'uvetta e una parte di zucchero di canna, il cucchiaio di cannella, mescolate e successivamente unite la confettura ma non tutta.
Prendete la teglia e bucherellate con una forchetta la pasta frolla, versate la polvere di biscotti e mandorla sulla base, versate tutto l'impasto, il resto della marmellata spalmatelo sul ripieno precedentemente versato.
Ora prendete la mela a fettine e disponetele decorando la crostata in modo armonioso.
Poniamo sulle fettine dei fiocchetti di burro, e la rimanete parte di zucchero di canna, rifiniamo i bordi della pasta frolla ripiegandoli verso l'impasto.
Mettete in forno per 30 minuti a 180° forno ventilato o statico.
E la vostra crostata di mele è pronta per essere gustata insieme ad un ottimo tè in famiglia, noi ci rivediamo presto....sulle vostre tavole. Ombretta e Gabriele

Ecco il video della ricetta











domenica 2 novembre 2014

Rame di Napoli

Ciao Amici di Due cuori e una Cappa, oggi prepariamo i biscotti-dolci tipici Siciliani di Novembre e del periodo della commemorazione dei defunti, le famose Rame di Napoli, un dolce al cioccolato che si scioglie in bocca, solo a scriverlo mi viene l'acquolina in bocca....basta, basta andiamoli a preparare.

Ingredienti:

500 g di farina 00
100 g di cacao amaro in polvere
200 g di zucchero
50 g di miele ( preferibilmente di fiori d'arancio )
20 g di ammoniaca per dolci o una bustina di lievito per dolci
100 g di margarina o burro
3 cucchiai di cannella in polvere
5 chiodi di garofano
un pizzico di sale
la scorza di 2 arance
350 g di latte
600 g di cioccolato
Nutella per farcire
marmellata di arance per farcire
granella di pistacchio
granella di mandorle
granella di nocciole

Preparazione
con 
Planetaria

In una ciotola unite il burro o la margarina insieme allo zucchero e mescolate con gancio a foglia.
Cambiate il gancio e mettere quello a frusta, immettete il miele , la scorza d'arancia e i chiodi di garofano la cannella e il sale, il cacao amaro, il latte continuate a mescolare.
Adesso unite a poco a poco la farina 00 e l'ammoniaca o il lievito, e continuate a mescolare.
Su una leccarda mettete un foglio di carta da forno e versate l'impasto con un cucchiaio a formare dei biscotti di forma tonda o ovale.
Mettete in forno a 180° dovete aspettare che lievitino e poi tirate fuori.
Sfornate e lasciate riposare all'aria per far evaporare gli odori dell'ammonica, questo solo se avrete utilizzato l'ammoniaca come agente lievitante.
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria o nel microonde.
Farcite le vostre rame come più preferite e successivamente glassate per immersione.
Decorate con la granella che preferite e lasciate rapprendere e raffreddare la glassa.
Questo biscotto al cioccolato renderà più dolce e più piacevole il vostro autunno,preparare le diverse varianti e buon appetito. 
Noi ci rivediamo presto...sulle vostre tavole.
Ombretta e Gabriele.

Ecco la video ricetta